ASSEMBLAGGI

In questa sezione sono presenti lavori realizzati seguendo la stessa logica dello scarto precedentemente accennata, che questa volta si lascia guidare dallo specifico contesto vissuto, riprendendo le formalità stilistiche già presenti negli arazzi (escluse le grandi dimensioni), ma con un carattere decisamente sperimentale.

I lavori qui esposti costituiscono una sorta di dedica ai luoghi in cui nascono e di cui vogliono mostrare le potenzialità categoricamente “scartate” e fatte rifiuto. Da Istanbul, a Milano alla provincia di Caserta. Fino alle opere di più piccole dimensioni, null’altro che assemblaggi di scarti e rimanenze di una ritualità quotidiana.

A Dino Campana, Sperimentazione su supporto rettangolare

 

De Immundo

La serie degli immondi si compone di schifo quotidiano, scarti di ritualità male assimilate.. filtri di sigarette, di tisane bevute, di unghie tagliate, frammenti di lavori distrutti. Il rimando è ancora una volta ambiguamente religioso con i suoi richiami alla reliquia e al carnevale. 

Untitled

La serie degli “Untitled” costituisce il primo momento di sperimentazione prettamente materica, con l’utilizzo di materiali plastici e successiva modellazione con fiamma ossidrica.

Scarti di Milano, A Viola